Pandoro farcito

Buon Rosso Natale!

Rosso….. Non sto parlando di crisi economica! E nemmeno di vestiti! Né di palline dell’albero di natale o delle luci! Per quanto io possa amare questo colore, sta “tingendo” un po’ troppo la nostra Italia!

Due articoli fa, o meglio due settimane fa all’alba del nuovo dpcm (se non avete letto la mia riflessione dovete assolutamente andare a vedere 😉), avevo scritto di come il Covid avesse stravolto le nostre vite, il nostro modo di pensare, la nostra libertà e con sé anche le nostre festività!

“Italia Zona Rossa dalla Vigilia a Befana” recita il dpcm della conferenza di Conte. Un’intera tradizione natalizia smantellata da un nemico invisibile: la cena della vigilia di Natale da alcuni parenti, il pranzo di Natale da altri, la cena con gli avanzi (ma non si molla), Santo Stefano si mangia se si è allenati; le passeggiate in centro per digerire, le penniche sul divano da pancia piena, miriadi di regali scambiati e scartati, abbracci e baci ovunque, sorrisi nei volti dei bambini che credono a Babbo Natale, e sorrisi nei grandi assaporano la magia del Natale.

Menomale esiste la lista delle FAQ del nuovo dpcm perché io non ho più la minima idea di cosa posso o non posso fare, e in più ci sarà l’alternanza di colore dei giorni festivi e feriali… quindi state svegli che qua è un gioco, tipo 1, 2, 3…stella! Un giorno puoi uscire di casa, dal comune, andare tra i negozi; il giorno dopo, se metti piede fuori casa, ti beccano e hai perso!

Comunque, ironia a parte per questa situazione anomala, torniamo a noi!

Trascorso il weekend libero con i propri affetti cari, famiglia o fidanzati, siamo rientrate a Ravenna per riprendere il ritmo della settimana classica, scandita dalle sedute di allenamento. Martedì mattina non sembrava vero rivedere le mie compagne di squadra, sembrava passata una settimana dall’ultima volta che ci siamo salutate in spogliatoio e invece erano trascorsi solo due giorni.

Oltretutto nei giorni liberi il tempo ha avuto un’accelerazione così improvvisa (do ragione a Einstein) che ci siamo trovate catapultate in sala pesi, sotto i 100kg di squat, senza nemmeno accorgercene!

Questa settimana giochiamo contro Montecchio (Vicenza), fanalino del nostro girone ma non per questo da sottovalutare. Squadra nuova e giovane, un mix temibile da chiunque, affronta le avversarie senza nulla da perdere, gioca con la spavalderia e entusiasmo di chi ha vent’anni, pecca di esperienza nei momenti cruciali. Sarà importante impattare bene fin da subito le avversarie, con il giusto atteggiamento di chi sa cosa vuole: vincere. Non possiamo permetterci di abbassare la guardia perché in questo periodo ogni singola partita ne vale in nostro destino in campionato.

E in un batter d’occhio, è arrivato giovedì 17: il mio compleanno!

Dopo il gioco dello svuota frigo del venerdì scorso, mercoledì ho fatto la spesa per il mio dolce di compleanno, a dire il vero un po’ natalizio, ed ho ordinato le pizze per tutta la squadra. Per festeggiare questi 28 anni si fa quel che si può!

La giornata del mio compleanno è iniziata già a mezzanotte con la chiamata della mia famiglia e gli auguri della mia coinquilina Rebecca festeggiando con una candela e pane e nutella. Poi a seguire sono arrivati tantissimi messaggi, chiamate, videochiamate, storie di Instagram con foto, messaggi su Facebook… insomma devo ringraziare tutti coloro che hanno avuto un pensiero per me!

Ma le sorprese non sono terminate, dopo aver videochiamato la mia famiglia e aver spento la candelina hanno suonato al citofono: un mazzo di fiori. Bellissimo. Coloratissimo. Son stati loro: la mia Ohana. Lacrimuccia che scende, sono fortunata.

Dopo aver creato la mia torta di compleanno, una volta arrivata in palestra con le borse delle paste, l’allenamento è volato: ha avuto grande ritmo di gioco e quindi ci siamo meritate la pizza! Ma ecco un’altra sorpresa in spogliatoio: un mazzo di rose rosse. Stupendo. Un pensiero che viene da molto lontano, da chi invece vorrebbe poter essermi vicino.

La cena di festeggiamenti vede tutto il cibo spazzolato fino all’ultima briciola di pandoro e l’ultima crosta di pizza, le mie bimbe mi hanno regalato un’utilissima macchina del caffè a capsule per la mia vita da studiosa caffeinomane. Grazie.

Grazie a chi c’è stato in questo giorno, anche se le distanze separano.

Altri due giorni di allenamenti, un po’ altalenanti e umori ballerini, e siamo già al game day. Vittoria 3/0 e si resta quarte! Abbiamo chiuso al meglio questo 2020! Grandiose 😊

Ora ci aspetta un po’ di riposo per le feste natalizie e perché non provare a replicare questa delizia di pandoro farcito!?

Ingredienti:

  • 1 Pandoro
  • 500 gr mascarpone
  • 150 gr di Nutella
  • 500 ml di panna fresca
  • 80 gr zucchero a velo

Procedimento: Iniziamo a preparare le creme per farcire il nostro pandoro, partendo da quella scura dobbiamo amalgamare 250 gr di mascarpone con la Nutella fino ad ottenere una crema omogenea. Montiamo 200 ml di panna ben fredda con le fruste elettriche e incorporiamola al composto di crema scura, così la prima farcia è pronta e possiamo temporaneamente metterla in frigo.

Adesso prepariamo la crema al mascarpone montando in una ciotola 250 gr di mascarpone con lo zucchero a velo e in una seconda ciotola la restante panna fresca. Uniamo i composti delle due ciotole e avremo ottenuto la farcitura bianca.

Successivamente passiamo al taglio delle fette del pandoro in direzione orizzontale, tutte dello spessore di 2/3 dita, a forma di stella, cercando di mantenere l’ordine delle fette per la composizione.

Ed ora la parte divertente! Partiamo dalla fetta base del nostro pandoro e stendiamo una crema ogni strato in maniera alternata, ed ogni volta disponiamo la fetta più piccola al di sopra in modo sfalsato, badando bene a decorare le punte delle stelle!

Per il decoro potete sbizzarrirvi, io ho creato la scritta di Auguri con la Nutella, ma è possibile mettere pezzi di frutta ad ogni punta di stella, oppure semplicemente spolverare con lo zucchero a velo!

Con questa delizia…

Buon Natale!


Restart!

È passato un anno. Era esattamente il 23 febbraio 2020. Ricordo quella giornata come fosse ieri. È stata l’ultima partita disputata sul taraflex rosa della scorsa stagione: la vittoria al Geopalace di Olbia, altri tre punti per la corsa ai playoffs della pool promozione, gli abbracci nella foto di rito, il terzo tempo allestito a… Continua a leggere Restart!

In bilico: devi continuare a muoverti per stare in equilibrio!

Eccoci qua con un nuovo articolo online! Vi sono mancata? 😊 Come avrete immaginato, io scrivo quel che mi passa per la testa, pensieri, flussi di coscienza e su come io e le mie compagne trascorriamo le giornate nella nostra vita da atlete. Dall’ultimo articolo avrete capito che la nostra situazione di campionato è in… Continua a leggere In bilico: devi continuare a muoverti per stare in equilibrio!

Chi si ferma è perduto!

Nell’inizio di questo 2021 ci sono stati strascichi del 2020, sembra un po’ il continuo di un sequel. Gennaio è stato un periodo difficile e arduo, partite toste per punti pesanti dopo un lungo stop. Inutile negarlo: il campionato va giocato, non ci si può solo allenare. Tutti i giorni trascorsi in palestra a farci… Continua a leggere Chi si ferma è perduto!

Solo Buoni Propositi!

Scusate l’assenza ma le ferie sono ferie anche dal blog 😊 In queste settimane di vacanza, meglio dire riposo dalle partite, sebbene alternate da sedute di allenamento e di preparazione fisica, ho staccato la spina per un po’. I giorni di Natale e Santo Stefano sono volati, letteralmente. Ringrazio di aver trascorso quei giorni a… Continua a leggere Solo Buoni Propositi!

Un soffio e… son 28!

Eccoci qua! Un’altra puntata del blog per raccontarvi un po’ di me! Dopo la vittoria contro Talmassons abbiamo consolidato la quarta posizione in classifica e affrontato la settimana con molta serenità, consapevoli del nostro potenziale in crescita e del lavoro da svolgere ancora in questi mesi, giorno dopo giorno. Questa settimana inizia con gli animi… Continua a leggere Un soffio e… son 28!

La Fenice libera

Natale… unica parola che aleggia nell’aria dal primo dicembre, quando si apre la prima casellina del calendario dell’avvento e scopriamo la sorpresa del giorno: un pensiero, un cioccolatino, una foto. Incredibile come questo countdown riesca a farsi sentire nell’animo, l’attesa del Natale è essa stessa la gioia che ti aspetti in quei giorni di festa… Continua a leggere La Fenice libera

Rotolando verso Sud

S’intitola così la canzone dei Negrita del 2005 e fa proprio a caso nostro: un lungo lunghissimo viaggio verso Soverato per giocare la seconda giornata del girone di ritorno. Questa settimana è trascorsa molto veloce. Forse sarà stata la partenza alle 6:00 di sabato mattina ad avermi fatto entrare già in clima partita, un giorno… Continua a leggere Rotolando verso Sud

SuperClassico

Prendete il weekend con il turno di riposo, la zona arancione, un po’ di ingredienti ed il post è servito! Oggi mi sono dilettata nella più classica delle ricette, quella che fai con le nonne da piccola, o nel mio caso, con mia mamma che mi tagliava le mele ed io che impastavo con tanto… Continua a leggere SuperClassico

Le paste del capitano

Eccoci all’esordio! Sia in campo, da capitano di una giovane talentuosa squadra di pallavolo di serie A2, sia in cucina, con le prime paste della stagione. Quest’anno la stagione sportiva è inusuale rispetto gli altri anni a causa del Covid-19, ci alleniamo ogni giorno in palestra con le dovute precauzioni: gel sanificanti, mascherine e tamponi,… Continua a leggere Le paste del capitano